Mi chiamo Carla, e sono una doula! Cos’è una doula?
Andiamo con ordine... Sono approdata su Mammeonline ad inizio 2009 dopo la nascita del mio primogenito (detto Kipi).

Su internet da sempre (anche per via del mio lavoro), cercavo notizie su strani fenomeni che mi capitavano dalla nascita del suddetto: pianti, tristezze, sensi di colpa, pensieri “terribili e inconfessabili”, di nuovo pianti. Approdata su MOL (Mammeonline, ndr.) scopro che ciò che mi stava succedendo non era altro che baby blues, una sorta di malinconia comune a moltissime mamme. Dapprima questo pensiero mi rincuora (allora sono normale), ma poi una sorta di rabbia mi attanaglia: possibile che nessuna mamma mi avesse avvisata?

Possibile che ai corsi pre-parto (ne avevo fatti due) nessuno mi avesse accennato la cosa?
Comincio quindi a parlare con tutte le future mamme del baby blues. Intanto Kipi cresce, i problemi cambiano e io mi accorgo che è davvero difficile trovare persone competenti e amiche a cui rivolgersi. Comincio a percepire un senso di abbandono da parte della società verso le neo-mamme. Il mio lavoro “vero” comincia a starmi stretto e mi accorgo che quello che mi piace veramente è consigliare le altre mamme, seguirle, confortarle. Mi accorgo di sentirmi male quando una mamma soffre perchè non viene supportata da amici e parenti e sono felice quando grazie ad un modesto consiglio è più felice.

Nell’estate 2010 scopro la figura della doula e capisco che è proprio quella la mia strada. Così, parallelamente alla nascita di Gago (il mio secondogenito) rinasco come doula. Ho studiato (e sono associata) con la scuola delle doule ECO Mondo Doula.

Torniamo alla domanda iniziale.
Cos’è una doula?

“Doula” è una parola greca che vuol dire “schiava” della donna. E’ una donna che si affianca alla futura mamma e la sostiene emotivamente. La doula offre conforto, comprensione, cura dei bisogni fisici. Sostiene tutta la nuova famiglia sia in gravidanza che in puerperio e volendo assiste anche al travaglio e al parto (compatibilmente con la struttura in cui la mamma va a partorire). In pratica “fa da madre alla madre”. E’ importante sapere che la doula non è una figura medica, è una “assistente alla maternità” che accompagna i neo-genitori nel loro cammino di crescita ed evoluzione verso la genitorialità.

A seconda dei suoi studi la doula può organizzare corsi pre-parto, può guidare le mamme attraverso visualizzazioni, può supportare durante il puerperio e può aiutare durante l’allattamento.
Diverse evidenze scientifiche confermano che con l’aiuto di una doula si riducono i cesarei (del 50%), si hanno travagli più brevi (25% dei casi), si riduce la richiesta di epidurale (60% dei casi), e dopo la nascita si hanno mamme più serene e più fiduciose della loro relazione con il bambino.

Insomma, cosa aspettate a procurarvi una doula? Considerate poi che può anche cucinare per voi!
Se doveste avere dei dubbi o se volete semplicemente seguire le mie avventure come doula e come mamma potete trovarmi qui: www.artemadre.it

Articolo di Carla
Fotografia di Ph.EdoBertona


 

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina