Informazioni utili per le gestanti.

Se avete dubbi, curiosità, domande che riguardino la salute, uno staff composto da infermieri, medici, farmacisti e psicomotricisti vi darà una mano! Importante: le informazioni fornite nel forum hanno carattere generale e non si sostituiscono in alcun modo all’operato dei vostri curanti. Mammeonline non è responsabile dell’uso fatto di tali informazioni.

Moderatori: Pongi, gioga, monia, Cerbiatta78, fortunalight78, carmenpaolo, lellix

Rispondi
Avatar utente
Babi
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2437
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:22
Località: n.59 Blasfema Komunista

Informazioni utili per le gestanti.

Messaggio da Babi »

ALCUNE COSE UTILI DA SAPERE IN GRAVIDANZA.

ESENZIONI TICKET IN GRAVIDANZA,E FARMACI IN GRAVIDANZA.

E'IMPORTANTE SAPERE CHE:
SE RIENTRATE NELLA CATEGORIA DELLE GRAVIDANZE A RISCHIO,AVETE DIRITTO ALL'ESENZIONE DEL TICKET PER TUTTE LE ANALISI,ESAMI,IN TUTTI I PERIODI DELLA GRAVIDANZA.BASTA CHE IL GINECOLOGO SCRIVA NELLA RICHIESTA CHE SIETE UNA GRAVIDANZA A RISCHIO.


PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA TUTELA DELLA MATERNITÀ' RESPONSABILE, ESCLUSE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO, IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE

1. PER LA DONNA:
-ANAMNESI E VALUTAZIONE,DEFINITE BREVI:Consul. ginecologica preconcezionale
-TEST di COOMBS indiretto: in caso di rischio di isoimmunizzazione
- VIRUS ROSOLIA ANTICORPI (Ig G, Ig M)
- TOXOPLASMA ANTICORPI (E.I.A.) (Ig G, Ig M)
- EMOCROMO completo
- RESISTENZA OSMOTICA ERITROCITARIA (Test di Simmel): in caso di riduzione del volume cellulare medio e di alterazioni morfologiche degli eritrociti
- EMOGLOBINE ANOMALE (HbS, HbD, HbH, ecc.): in caso di riduzione del volume cellulare medio e di alterazioni morfologiche degli eritrociti
- ES. CITOLOGICO CERVICO VAGINALE [PAP test]

2. PER L'UOMO (In caso di donna con fenotipo eterozigote per emoglobinopatie):
- EMOCROMO completo
· RESISTENZA OSMOTICA ERITROCITARIA (Test di Simmel):
· EMOGLOBINE ANOMALE (HbS, HbD, HbH, ecc.):

3. PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA COPPIA:
- HIV 1-2, ANTICORPI
- (H)- GRUPPO SANGUIGNO ABO e Rh (D)
- TPHA - VDRL [RPR]

4. Se aborti ripetuti o pregresse patologie della gravidanza con morte perinatale e su prescrizione dello specialista ginecologo o genetista:
- ANAMNESI E VALUTAZIONE, DEFINITE BREVI: Consulenza
- ECOGRAFIA TRANSVAGINALE
- ISTEROSCOPIA Escluso: Biopsia con dilatazione del canale cervicale
- BIOPSIA DEL CORPO UTERINO: Biop. endoscopica (isteroscopia) endometriale
- ANTICOAGULANTE LUPUS-LIKE (LAC)
- ANTICORPI ANTI CARDIOLIPINA (IgG, IgA, IgM)
- ANTICORPI ANTI MICROSOMI (Ab TMS) O ANTI TIREOPEROSSIDASI (AbTPO)
- ANTICORPI ANTI TIREOGLOBULINA (AbTg)
- CARIOTIPO DA METAFASI LINFOCITARIE 1

PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER IL CONTROLLO DELLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA, ESCLUSE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO (MESI SOLARI APPROSSIMATI):

All’inizio della gravidanza, possibilmente entro la 13° settimana e comunque al primo controllo.
- EMOCROMO completo
- (H) GRUPPO SANGUIGNO ABO,Rh (D), se non eseguito in funzione preconcezionale
- AST (GOT) e ALT (GPT)
- VIRUS ROSOLIA ANTICORPI: se IgG negative, entro la 17ma settimana
- TOXOPLASMA ANTICORPI (E.I.A.): se IgG negative ripetere ogni 30-40 gg. fino al parto
- TPHA: se non eseguite in funzione preconcezionale esteso al partner
- VDRL [RPR]: se non eseguite in funzione preconcezionale esteso al partner
- HIV 1-2, ANTICORPI
- GLUCOSIO
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO
- ECOGRAFIA OSTETRICA
- TEST DI COOMBS INDIRETTO: in caso di donne Rh negativo a rischio di immunizzazione il test deve essere ripetuto ogni mese; in caso di incompatibilita' AB0, il test deve essere ripetuto alla 34ma-36ma settimana.

QUARTO MESE: Tra la 14ma e la 18ma settimana:
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)

QUINTO MESE: Tra la 19ma e la 23ma settimana:
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)
- ECOGRAFIA OSTETRICA

SESTO MESE: Tra la 24ma e la 27ma settimana:
- GLUCOSIO [S/P/U/dU/La]
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)

SETTIMO MESE-1^sett. OTTAVO MESE: Tra la 28ma e la 32ma settimana:
- EMOCROMO COMPLETO
- FERRITINA: in caso di riduzione del volume globulare medio
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)
- ECOGRAFIA OSTETRICA

OTTAVO-prima parte 9^ MESE: Tra la 33ma e la 37ma settimana
- VIRUS EPATITE B [HBV] ANTIGENE HBsAg
- VIRUS EPATITE C [HCV] ANTICORPI
- EMOCROMO COMPLETO
- ES: URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)
- HIV 1-2 ANTICORPI in caso di rischio anamnestico

NONO MESE: Tra la 38ma e la 40ma settimana
- ES. URINE CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO (*)

Dalla 41ma settimana:
- ECOGRAFIA OSTETRICA: su specifica richiesta dello specialista
- CARDIOTOCOGRAFIA: su specifica richiesta dello specialista; se necessario, monitorare fino al parto.

IN CASO DI MINACCIA DI ABORTO SONO DA INCLUDERE TUTTE LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE NECESSARIE PER IL MONITORAGGIO DELL'EVOLUZIONE DELLA GRAVIDANZA.

"H" = prestazioni erogabili in ambulatori situati presso istituzioni di ricovero ovvero ambulatori protetti.
(*) In caso di Batteriuria significativa: Esame colturale dell’urina (Urinocoltura) Ricerca completa microrganismi e lieviti patogeni. Incluso: conta batterica


INDICAZIONI ALLA DIAGNOSI PRENATALE (prescr.spec. come da art. 2)
Due grandi categorie:
1. Rischio procreativo prevedibile a priori: Eta' materna avanzata, genitore portatore eteroz. di anomal. cromosomiche strutturali, genitori portatori di mutazioni geniche;
2. Rischio fetale evidenziatosi in gestazione:Malformazioni evidenziate ecograficamente, malattie infettive insorte in gravidanza (anche prescr. del MDF, v. art. 2), positivita' dei test biochimici per anomalie cromosomiche, familiarita' per patologie genetiche.
Le indicazioni per le indagini citogenetiche per anomalie cromosomiche fetali sono:
- eta' materna avanzata (= o maggiore di 35 aa.)
- genitori con precedente figlio affetto da patologia cromosomica
- genitore portatore di riarrangiamento strutturale non associato ad effetto fenotipico
-genitore con aneuplodie dei cromosomi sessuali compatibili con la fertilita'
- anomalie malformative evidenziate ecograficamente
- probabilita' 1/250 o maggiore che il feto sia affetto da S. di Down (o alcune altre aneuploidie) sulla base dei parametri biochimici valutati su sangue materno o ecografici, attuati con specifici programmi regionali in centri individuati dalle singole Regioni e sottoposti a verifica continua della qualita'.



FARMACI IN GRAVIDANZA.



I farmaci sono responsabili solo del 2-3% di tutte le malformazioni congenite; la maggior parte è dovuta a cause genetiche, ambientali o sconosciute. L’effetto di un farmaco sul prodotto del concepimento è determinato non solo dalla potenza del dosaggio, ma anche dall’epoca gestazionale.
Le sostanze somministrate prima del 20° giorno dal concepimento possono agire secondo la "legge del tutto o del nulla", cioè o provocano la morte dell’embrione o non lo danneggiano affatto. Il periodo compreso tra la 3^ e l’8^ settimana, detto dell’organogenesi, è critico per gli effetti teratogeni. In questa fase i farmaci che raggiungono l’embrione possono provocare:
Aborto (assai raramente)
Un importante difetto anatomico
Un difetto permanente di natura metabolica o funzionale che si può evidenziare in un’epoca successiva.

I farmaci somministrati dopo l’8^ settimana difficilmente hanno un effetto teratogeno, ma possono alterare le funzioni degli organi e dei tessuti fetali normalmente formati. Nelle ore precedenti il parto, i farmaci che passano attraverso la placenta devono essere somministrati con cautela per evitare una tossicità nel neonato, il quale possiede una metabolismo epatico e renale ancora immaturo. Il 90% delle donne gravide fa uso di farmaci. Elenchiamo qui di seguito quelli di uso più corrente:

Antimicrobici
Tra gli antimicrobici è consigliabile utilizzare la penicillina e i suoi derivati (ampicillina, amoxicillina) più o meno associati al sulbactam. Parimenti risulta essere innocuo l’uso dell’eritromicina, usata spesso nelle gravide allergiche alle penicilline.
Le cefalosporine sono spesso prese in considerazione, ma poiché gli studi nell’uomo non sono riusciti ad escludere la possibilità di danni, tali antibiotici devono essere usati solo se strettamente necessari.
Gli antibiotici chinolonici (ciprofloxacina, norfloxacina) devono essere adoperati con riserva in quanto, data l’elevata affinità per l’osso e la cartilagine, possono causare dolori articolari nel neonato.
Sono invece da evitare in gravidanza:
Tetracicline. Questi antibiotici attraversano la placenta e si depositano nei denti fetali; il periodo più a rischio va dalla 20^ alla 40^ settimana. I denti possono essere permanentemente gialli, meno resistenti alla carie e crescono con difficoltà.
Streptomicina, gentamicina, Kanamicina. Questi antibiotici attraversano la placenta e possono danneggiare il labirinto del feto.
L’aztreonam invece è discretamente tollerato.

Per quanto riguarda i disinfettanti urinari, in gravidanza è particolarmente innocua la fosfomicina, mentre i nitrofurani vanno evitati a termine di gravidanza in quanto possono causare nel feto anemia emolitica.
I sulfamidici possono provocare, se usati in prossimità del parto, ittero neonatale.
In caso di uso di qualsiasi antibatterico, è consigliabile proteggere la flora batterica intestinale

Antiacidi, antimeteorici
Possono essere usati con sicurezza tutti gli antiacidi privi di bicarbonato. Parimenti possono essere usati gli antimeteorici a base di dimeticone e gli antagonisti per i recettori H2. Assolutamente controindicati sono invece gli antiulcera a base di misoprostolo che come prostaglandina può scatenare aborto e parto pretermine.

Antiemetici
Fra gli antiemetici il più sicuro è la vitamina B6 che viene spesso associato allo zenzero.
Anche se non sono stati dimostrati effetti embriotossici, la metoclopropamide deve essere usata con moderazione e solo in fase acuta. Del resto molto efficaci si sono dimostrati i transmetilanti e il glutatione.
Anche le fenotiazine sono state usate come antiemetici, con rischio insignificante per il feto.

Antistaminici, antitosse ed espettoranti
Gli antistaminici vengono spesso usati per i vomiti, le “chinetosi” e il prurito gravidorum. La meclizina è teratogena nei roditori, ma questo effetto non è stato dimostrato nell’uomo. Non avendo dati certi è consigliato utilizzare gli antistaminici nel periodo teratogeno solo se strettamente necessari.
In gravidanza possono essere utilizzati con tranquillità gli antitosse come il destrometorfano; viceversa i preparati contenenti oppiacei come la codeina possono determinare depressione respiratoria del neonato, specie se utilizzati in prossimità del parto.
Gli espettoranti a base di acetilcisteina e ambroxolo sono molto ben tollerati.
Per quanto riguarda i decongestionanti nasali a base di efedrina, nafazolina, imidazolina, ecc., vanno usati con moderazione e per brevi periodi.


Analgesici
I salicilati possono provocare nel feto un’ittero nucleare. L’aspirina e tutti i FANS presi in dosi massive e per lunghi periodi possono ritardare l’inizio del travaglio e la chiusura del dotto di Botallo; parimenti possono provocare una diatesi emorragica nella madre durante e dopo il parto. Per quanto sopra esposto, i FANS devono essere adoperati per brevissimi periodi di tempo.
Il paracetamolo è l’analgesico ed antipiretico di scelta in gravidanza.

Antispastici
Gli inibitori dell’aceticolinesterasi possono essere adoperatoi con sicurezza in gravidanza, ma anche per questi farmaci se ne consiglia un uso in fase acuta e per brevi periodi in quanto non privi di effetti collaterali (stipsi).

Anticoagulanti
L’eparina è l’anticoagulante di scelta durante la gravidanza. Tuttavia il prolungato uso può causare nella madre osteoporosi e trombocitopenia. Anche le recenti eparine a basso peso molecolare sembrano innocue per il feto perché il passaggio attraverso la placenta è minimo o nullo. Contrariamente all’eparina, il dicumarolo è teratogeno e tossico per il feto.

Anticonvulsivanti
Gli anticonvulsivanti se prescritti devono essere usati, poiché si possono verificare delle complicanze dovute alle convulsioni.
La donna gravida affetta da epilessia deve essere trattata usando la più bassa dose efficace e controllandola strettamente.
*Lunga vita e prosperità*

Barbara,mamma di Jamil,Yuri e Diana.

Avatar utente
susanna_a
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 17414
Iscritto il: 27 ottobre 2003, 11:44
Contatta:

Re: Informazioni utili per le gestanti.

Messaggio da susanna_a »

Grazie Babi, info molto utili.

Ciao
Susanna

Avatar utente
Flavia
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 220
Iscritto il: 4 giugno 2002, 17:37
Località: Mestre ex-nick Flapper Storia pag. 2 Diario Fivettare Mamma di ILARIA (3-8-2004) DONNETTA N. 69
Contatta:

Messaggio da Flavia »

Grazie Babi

Flavia

raffina
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1606
Iscritto il: 23 giugno 2004, 19:27

Messaggio da raffina »

babi, chissà se puoi aiutarmi.

io devo fare 6 (2 ogni 8 ore) ovuli di progesterone al giorno. una scatola mi dura 2 giorni.
devo mettere due cerotti di estradiolo alla volta, 4 a settimana. inoltre devo farmi la puntura di eparina tutti i giorni. la scatola mi dura 6 giorni.

a parte l'estradiolo, le altre medicine sono passate dalla mutua e pago solo il ticket, ma solo per il progesterone spendo 1 € al giorno, visto che il ticket è di 2 €.

mi chiedevo se, dato il rischio, potevo rientrare tra le situazioni che hai indicato sopra, ma vedo solo prestazioni e non medicinali. è così?

grazie molte

raffina

Avatar utente
Babi
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2437
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:22
Località: n.59 Blasfema Komunista

Messaggio da Babi »

e già...L'esenzione vale solo per gli esami purtroppo:-(
*Lunga vita e prosperità*

Barbara,mamma di Jamil,Yuri e Diana.

Avatar utente
vagabonda
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 192
Iscritto il: 11 dicembre 2003, 14:38

Messaggio da vagabonda »

Scusatemi l'ignoranza, ma chi mi prescrive questi esami? :oops:
Nella mia gravidanza precedente ho speso un patrimonio, e la prossima volta vorrei evitare il privato.
A chi mi rivolgo, al medico di base? Al consultorio? Aiuto! :oops:

Avatar utente
Babi
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2437
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:22
Località: n.59 Blasfema Komunista

Messaggio da Babi »

è la tua gine che li prescrive.Se la tua gine è privata,la richiesta te la fa il tuo medico di base con l'indicazione della gine:-)
*Lunga vita e prosperità*

Barbara,mamma di Jamil,Yuri e Diana.

Avatar utente
vagabonda
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 192
Iscritto il: 11 dicembre 2003, 14:38

Messaggio da vagabonda »

..

crixtina
Mollista Nuovissima
Mollista Nuovissima
Messaggi: 18
Iscritto il: 29 settembre 2010, 17:24

Re: Informazioni utili per le gestanti.

Messaggio da crixtina »

ciao vorrei porre un quesito che riguarda antibiotici e concepimento:

mio marito ha assunto cefixoral (che è un antibiotico della "famiglia " delle cefalosporine) per un'otite terminando la cura qualche giorno fa

ci potrebbero essere problemi secondo voi per un eventuale concepimento in questi giorni?

sono un po' preoccupata..

grazie a chi mi vorrà dare un suo parere
ciao!

Rispondi

Torna a “Forum sanitario”