Niente acido folico...

A che settimana sei? Hai sentito il primo calcetto? Ti stai preparando al parto? Hai paura del parto? Qualcosa ti preoccupa? Sei infinitamente felice? E' nato ma ti senti vagamente infelice? Temi la depressione post parto? Parliamone insieme.
Rispondi
Pastrychef
Mollista Nuovissima
Mollista Nuovissima
Messaggi: 1
Iscritto il: 29 luglio 2019, 10:01

Niente acido folico...

Messaggio da Pastrychef »

Ciao a tutte, sono nuova del forum.
Sono incinta di 12 settimane (prima gravidanza) e non riesco a smettere di essere un po’ paranoica su tutto... ho da sempre un carattere molto pessimista e in gravidanza la cosa non è di certo cambiata.
Ho paura che qualcosa possa andare storto... complice mia mamma che continua a dirmi “è troppo presto, aspetta..” se parlo di acquisti per il bambino...

Veniamo al dunque. L’acido folico.
Quando ho smesso la pillola a fine aprile, avendo letto dell’importanza dell’acido folico e non servendo la ricetta, ne ho comprata una confezione che mi è durata un mese.
Poco dopo ho scoperto di essere incinta e da quel momento ho smesso di prenderlo, un po’ perché la scoperta mi aveva messo altre mille cose in testa e mi sono dimenticata dell’acido folico, un po’ perché volevo aspettare pareri dei medici prima di assumere qualsiasi cosa non prescritta.

Inizio a farmi seguire da un’ostetrica che mi ha da subito conquistata per il suo modo di fare. Non si è mai parlato di acido folico.
Io non me ne ero scordata ma ho sempre pensato che dovesse essere lei eventualmente a consigliarmelo, visto che mi stavo affidando a lei e mi stava appunto informando di tutto ciò che dovevo/non dovevo/non potevo fare.

Un giorno però, parlando con mia cognata già mamma, mi ha chiesto se lo stessi prendendo e mi ha detto di chiedere come mai alla mia ostetrica.
Tre giorni dopo aver fatto la prima eco ho avuto la visita con lei e le ho espresso il mio dubbio.
Lei ha risposto che non me l’ha prescritto perché l’acido folico è importante prima di iniziare la gravidanza e dopo il terzo mese non serve più a niente, inoltre è una vitamina che già assumiamo attraverso l’alimentazione, e siccome io come tante altre pazienti arrivano da lei quando la gravidanza è già bella che iniziata, non sarebbe servito l’acido folico.

Io mi sono fidata, anche perché ormai sono alla 12 settimana, sono agli sgoccioli del primo trimestre, per cui ormai è tardi, ma non posso fare a meno di stare in ansia pensando che il piccoletto che porto in pancia e di cui mi sto immaginando la nascita e la vita insieme possa avere dei problemi e a causa di questi possa non nascere mai.

Insomma quello che cerco non sono risposte su quanto sia importante l’acido folico, già l’ho letto svariate volte, ma piuttosto rassicurazioni....
Voglio dire, quanto è realmente probabile che il mio piccolo possa avere dei problemi quali ad es. la spina bifida? Non penso che automaticamente ci sia il rischio di problemi se non lo si assume... non sarò mica l’unica che non ha assunto l’acido folico e che ha avuto bimbi sani........

Avatar utente
alexp
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 6065
Iscritto il: 6 febbraio 2004, 18:44
Località: Bì,Rò,Lelù,Giugi,Nessy: Amori❤Quando una casa è trasparente,anche le stelle partecipano alla festa

Re: Niente acido folico...

Messaggio da alexp »

L'incidenza di malformazioni tipo spina bifida in Italia è abbastanza bassa.
Questo perchè nella nostra dieta assumiamo diversi alimenti che contengono naturalmente folati.

Da quel che ho letto è utile prenderlo almeno fino al 30° giorno dopo il concepimento, ma se hai assunto agrumi, frutta in genere, verdure a foglie verdi (lattuga, bieta), asparagi, broccoli e cosi via, probabilmente il fabbisogno è stato assicurato.

Mia nuora ha iniziato a prenderlo tardi, intorno alla fine del 3° mese, e lei non è nemmeno una che mangia quegli alimenti comunemente, e la bimba a livello di spina dorsale e il sistema nervoso almeno dalle ecografie risulta a posto

Cerca di stare tranquilla, pensa con amore al tuo fagiolino e mangia tante verdurine e frutta <3
ImmagineImmagine
Oui, mon corps est moi-même, et j'en veux prendre soin.
Guenille si l'on veut; ma guenille m'est chère.

Molière

Rispondi

Torna a “Gravidanza, parto e post partum”