A proposito di scarpine... ricetta "TASCA"

Il dr. Stefano Tasca, pediatra, risponde in questo spazio alle domande di mamme e papà.

Moderatore: Dr. Stefano Tasca

Bloccato
Baba67
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 marzo 2003, 20:49

A proposito di scarpine... ricetta "TASCA"

Messaggio da Baba67 »

Gentile Doot. Tasca,
ho letto la sua risposta in merito alle scarpine e sinceramente ora non so più cosa fare.
Anch'io credevo che la cosa migliore fosse usare scarpine morbide e senza plantare o, meglio ancora, lasciare i bimbi a piedi nudi o con le calzine antiscivolo, ma la mia pediatra ci ha consigliato esattamente il contrario.
Ci ha spiegato che le scarpine devono avere il plantare modellato per sostenere l'arco plantare, altrimenti il piede si appiattisce.
Inoltre la suola deve essere rigida, la scarpa deve essere alta alla caviglia e deve esserci un rinforzo a livello del tallone in modo da sostenere bene la caviglia.
I miei bimbi hanno 8 mesi e il maschio si alza aggrappandosi a qualunque cosa, naturalmente noi lo prendiamo al volo, ma facendolo in continuazione riesce comunque per alcuni minuti a restare coi piedi poggiati a terra. A questo punto se serve una scarpa è meglio mettergliela anche se ancora con cammina, ma serve davvero?
La prego, mi aiuti a capirci qualcosa.
Per quanto riguarda il girello, la mia pediatra dice di non usarlo perchè limita e inibisce il bambino che così imparerà a camminare più tardi.
Io i bimbi li lascio liberi di gattonare come vogliono, ma siccome il maschio non stà fermo un momento e rischia sempre di rompersi la testa, e visto che non è possibile stargli addosso 24 ore al giorno, ho pensato che se potessi metterlo nel girello (solo per quei 10 minuti ogni tanto, quando proprio non posso stargli con gli occhi addosso) forse male non gli farebbe. Oppure si potrebbe rovinare i piedi o le anche o che altro?
Mi dica cosa ne pensa, non vorrei combinare qualche guaio.
Grazie per il consiglio.
Barbara

Avatar utente
Dr. Stefano Tasca
Pediatra
Pediatra
Messaggi: 5523
Iscritto il: 28 maggio 2002, 9:26

Messaggio da Dr. Stefano Tasca »

Il girello non "rovina" nulla....semplicemente "rallenta" l'acquisizione dell'autonomia deambulatoria :-)

In merito alle scarpe: ciò che ho qui scritto deriva da esperienza diretta e da lunghi colloqui con amici ortopedici del Bambino Gesù. Le situazioni poi variano da bambino a bambino quindi se la sua pediatra le ha dato alcune precise indicazioni evidentemente (dato che ha il bambino sotto gli occhi ed io no) avrà notato qualcosa da correggere.

Le ragioni di quanto personalmente ho scritto sono le seguenti:

1) misura più grande: evita che l'alluce tocchi la punta della scarpa. Le unghie dei bambini piccoli non sono convesse ma concave. Questo rende più facile, in condizioni di pressione, che si avveri l'unghia incarnita. Quando c'è fastidio l'appoggio dei piedi diviene asimmetrico (il bambino tende a caricare sul piede che gli da meno fastidio)

2) plantare assente o morbido: la pianta del piede dei bambini piccoli è "cicciotta". Quando il bambino carica il peso sui piedi, la pressione della ciccetta sul plantare determina fastidio e quindi influisce sulla simmetria dell'appoggio. E' riscontro comune il fatto che molti bambini camminano benissimo quando sono scalzi e male quando hanno le scarpe :-)

3) Scarpe morbide: la ciccetta dei piedini è modellabile nel senso che, a seconda della pressione essercitata su di essa, cambia forma (si allarga quando il piede sostiene il peso e si restringe quando è a riposo....quando non c'è carico, insomma).Questo significa che una scarpa rigida non da fastidio se il bambino non carica (non sta in piedi) ma costringe e crea disagio appena il carico viene esercitato. Una scarpa morbida, invece, SI ADATTA al cambiamento della forma e lascia il piedino libero.

Ribadisco comunque un concetto: la scarpa dovrebbe essere messa quando il bambino già cammina e per il minor tempo possibile. L'ideale è il piede nudo (o col calzino antiscivolo).

Non stiamo parlando di correzione di difetti...stiamo parlando di deambulazione normale :-)

Un saluto
Dr. Stefano Tasca
- Roma -
"....un cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me....." (I. Kant)

ceci74
Moderatrice coraggiosa
Moderatrice coraggiosa
Messaggi: 6287
Iscritto il: 1 marzo 2004, 21:00
Località: Firenze mamma di Valerio (1/08/2000) e Stefano 2/09/2008 blasfema n.66

Re: A proposito di scarpine... ricetta "TASCA"

Messaggio da ceci74 »

interessante... il mio pediatra ha dato per tutti e due, gli stessi identici consgili del pediatra di babe.. io in verità col primo li ho seguiti di più, ammetto biecamente che col secondo ho usato pure scarpe usate (ma poco) quando il mio dottore me le ha praticamente vietate perchè dice che se un bambino ha un difetto del piede e la scarpa prende la forma, lo può "trasmettere" mah.. le scarpe che ho usato usate ;) non avevano nessuna forma in ogni caso..
io comunque a casa lo lascio scalzo, o con gli antiscivolo e in effetti è vero che cammina meglio senza scarpe. Il pedino cicciottino fra l'altro, ha già un bell'arco sotto, sono abbastanza convinta che i piedi piatti se devono venire, vengono in ogni caso, infatti il figlio di una mia amica ce li ha un po', eppure ha usato sempre scarpe "giuste"
essere diversi non vuol dire essere sbagliati!

Bloccato

Torna a “Il forum del pediatra”