Non ci posso credere...

Conoscere per non temere, conoscere per accogliere.

Questo è il forum ispirato da Kiara del Kantutita, per la quale non esisteva che una razza, quella umana.
Rispondi
Avatar utente
Debbyna
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1690
Iscritto il: 18 giugno 2007, 20:27
Località: Mamma di Micol (18/01/2008)

Non ci posso credere...

Messaggio da Debbyna »

...stamattina quando sono arrivata in ufficio ho salutato tutti e ho notato il mio collega che era serio e giù di morale.
Lui solitamente è allegro, solare, un ciclone di energia... e mi è sembrato stranissimo.
Mi ha raccontato di essersi preso a botte ieri con 3 ragazzi...del cortile dove abita. Hanno spintonato la sua ragazza (lui stava chiudendo il box) dicendole di vergognarsi perchè era insieme a lui.
Non ci ha visto più e li ha presi a botte.
Lui è nero....
Si è procurato un taglio alla mano profondo. Gli ho detto di andare in farmacia perchè era veramente bello profondino e secondo me ci voleva un punto... infatti gliel'hanno dato.
E' la persona più umile che abbia mai conosciuto... è veramente solare e buono, io non riesco a crederci.
Come nel 2008 dei ragazzini italiani possano ancora essere così bastardi, non ci credo.
Mi fa una tenerezza incredibile... perchè il suo sangue.. quello che gli ho visto fasciandogli il polso.. era lo stesso colore del mio.
Non ha senso tutto questo, davvero.
Ha pure chiamato la polizia che non è uscita... è stato 20 min al telefono e non sono usciti...
Non ho parole sono ALLIBITA.
Ditemi cosa possiamo fare noi... nel nostro piccolo per aiutarlo. Non ha senso tutto ciò.
Scusatemi ho la nausea......

Avatar utente
martamaria
Consulente forum psicologico
Consulente forum psicologico
Messaggi: 16015
Iscritto il: 4 febbraio 2006, 11:37
Località: Mattamoana illuminata a basso consumo Facilona di turno

Messaggio da martamaria »

Hai ragione. anch'io mi pongo lo stesso problema avendo un figlio africano. Per fortuna lui finora non ha vissuto molta intolleranza ma ultimamente sembra che l'insofferenza stia aumentando. Quindi anch'io mi sono chiesta :cosa posso fare concretamente? come si fa a lottare contro il razzismo? associazioni? eventi? manifestazioni? c'è una via per non avere la sensazione di stare a guardare e non fare nulla?

Avatar utente
Nadiutta
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1873
Iscritto il: 16 novembre 2002, 4:25
Località: Veneziana in Florida: mamma di Mariam 13/10/99 e Sara 01/01/03

Messaggio da Nadiutta »

penso che l'unica cosa che si possa fare sia quella di far sentire la propria voce, quando ci capitano cose cosi. Se ci capita di vedere qualche ingiustizia davanti ai nostri occhi, non facciamo finta di niente, parliamone, difendiamo le vittime dei soprusi, se si puo' fare.
Ad esempio in questo caso sarebbe da andare a fondo alla questione. Ad esempio andare direttamente alla polizia e chiedere coma mai non hanno risposto alla chiamata. E magari fare presente il caso a un giornale. Insomma fare un po' di casino anche per le piccole cose, perche' magari viste da sole sono piccole, ma viste tutte insieme e dalla parte di chi le subisce, sono grandi....

Un'amico di bari tempo fa mi ha raccontato un episodio che gli e' successo. Stava attraversando la strada, lui e un gruppo di altra gente. Al che e' arrivata una macchina, che aveva fretta e non si sa perche' il guidatore ha messo la testa fuori dal finestrino ed ha iniziato ad inveire contro uno di africano. Che per sua sfortuna si trovava tra quelli che attraversavano la strada. Ma mica c'era solo lui!
Cosi il mio amico si e' messo a difenderlo, chiedendo al guidatore se fosse cieco o cosa.....
Ecco, per dire, sono i piccoli gesti, che magari aiutano anche gli altri italiani a capire che certe cose sono sbagliate ....
Se si lascia sempre andare poi la gente comincia a credere che va bene cosi.....

Avatar utente
BlueRose77
Mollista Nuovissima
Mollista Nuovissima
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 agosto 2010, 22:47

Re: Non ci posso credere...

Messaggio da BlueRose77 »

Queste persone che hanno questi atteggiamenti, sono persone frustrate.
Sono ragazzini che vogliono far sentire che sono vivi, ma in realtà sono solo dei codardi.
Oggi guardavo mentre ero al lavoro, una signora sui 60 anni che fissava una coppia mista, lui era nero come il cioccolato fondente mentre lei era chiara come la crema allo zabaglione. Insomma due opposti che visti insieme a me, personalmente piacevano. Invece questa signora li fissava e aveva in faccia un espressione tra lo stupido e l'infastidito.
L'italia, non è ancora pronta a essere multietnica, questa generazione di ragazzi dai 20 ai 30 anni devono fare la differenza. Io conto molto sul loro coraggio e la voglia di trasmettere che siamo tutti uguali con pregi e difetti.
Non è colpa di questi ragazzi se sono deficenti, sono convinta profondamente che alla radice di tutto ci sia un'assenza di genitori che sappiano spiegare che non bisogna prendersela con persone che tranquillamente vivono la loro vita senza dar fastidio. Vorrei vederli nel bronxs se sono ancora spavaldi e hanno voglia di spingere la ragazza di uno di quegli energumeni. Facile prendersela con le coppie.
Deficenti e frustrati, ecco cosa sono questi ragazzi...
Mi spiace per il tuo collega e purtroppo se ci si appoggia alla polizia non ci si puo' aspettare molto. Nessuno merita di essere insultato per un colore diverso di pelle.
Nessuno!

Rispondi

Torna a “Multiculturalità”