Il nostro amico a 4 zampe, si sa, mangerebbe di tutto se ne avesse la possibilità.
Mancano pochi giorni a Natale ed è bene evitare di viziarlo o “passargli” di nascosto qualche bocconcino o avanzo prelibato poiché alcuni cibi che a noi non causano problemi di digestione, al cane possono scatenare gravi danni alla salute.

Certo, tutto dipende dalle quantità e dalla continua somministrazione ma i dieci alimenti che tra breve elencherò, è meglio non darli  al cane per nessun motivo.

I dieci cibi tossici per i cani

Immagine natalizia di due cani

  1. Cioccolato, soprattutto quello fondente, contenuto anche nei torroni e panettoni.  Bastano 7 g/kg di peso per avvelenare il nostro beniamino. I sintomi comprendono: vomito, dissenteria, problemi al fegato e cardiocircolatori molto gravi. 
  2. Uvetta: ne bastano pochi acini, può intossicarlo provocandogli danni renali, depressione, letargia.
  3. Frutta secca come noci, mandorle e nocciole sono pericolosi perché contengono una tossina che può causargli problemi muscolari con tremori, e innalzamento della pressione.
  4. Dolci: tutti i dolci devono essere banditi perché contengono una quantità enorme di zuccheri e grassi (come nel pandoro e panettone) che
  5. possono causargli iperglicemia oltre che danni ai denti. Attenzione ugualmente ai dolci senza zucchero, perché contengono dolcificanti come lo xilitolo che può danneggiare il suo fegato.
  6. Insaccati: evitate di fargli assaggiare insaccati come salame, salsiccia piccante, e altri cibi troppo salati, soprattutto se Fido soffre già di problemi epato - renali perché troppo sale
  7. potrebbe addirittura scatenargli delle crisi epilettiche e pancreatite.
  8. Caffè e tè possono causargli vomito e diarrea e, in dosi elevate, la caffeina o la teina possono aumentare la frequenza cardiaca fino a provocargli un arresto, convulsioni e morte.
  9. Ossa: sono da bandire le ossa soprattutto di volatili e coniglio, perché possono scheggiarsi e provocargli danni gravissimi fino alla perforazione di stomaco o intestino.
  10. Aglio e cipolla vanno assolutamente evitati. La cipolla contiene una sostanza che distrugge i globuli rossi, provocando una grave anemia, oltre che vomito e dissenteria. L’aglio per provocare gli stessi problemi deve essere ingerito in maggiore quantità.

Quindi, limitando il consumo di cibo nelle festività natalizie, oltre che alla nostra salute, pensiamo anche a quella di Fido: lui ce ne sarà molto riconoscente.

Buon Natale!

 

Ritratto di Diego Manca Veterinario

Posted by Diego Manca Veterinario

Mi chiamo Diego Manca e sono un medico veterinario; vivo e svolgo la mia professione, da quasi 30 anni, ad Omegna (VB), piccolo paese del Cusio in Piemonte. Sono direttore sanitario e socio fondatore dell’ambulatorio veterinario lago d’Orta nel quale lavoro. Oltre alla grande passione per questa professione un’altra mi è molto cara e cioè quella di scrittore. I miei libri hanno ottenuto sempre significativi apprezzamenti di critica e i protagonisti delle storie che racconto sono i nostri amici pelosi, le vere star di tanti episodi realmente accaduti durante lo svolgimento della mia professione. Ecco qui di seguito una breve sintesi dei libri che ho pubblicato: Le fiabe per...giocare con il corpo imitando gli animali" edito da Franco Angeli nel 2008 di cui è coautore, "Il camaleonte Argonte" edito da Armando editore nel 2010, "Favolario: le favole del veterinario" Ed. Buk,  "Storie con la coda" edito da Castelvecchi, 2014, collana Ultra, La salute del cane in 4 e 4'otto e La salute del cane in 4 e 4'otto, editi da Gremese Editore, 2014, "Altro che animali!" edito da Castelvecchi Editore, 2015 e Benedetti Animali!  edito da Castelvecchi Editore, 2016, Storie da leccarsi i baffi - Gatti raccontati dal veterinario, edito da Ultra, 2017, Manuale (semiserio) sull'educazione del cane, edito da Rizzoli, 2017, Trilli. Riflessioni di una gatta in degenza, 2020, edito da Ultra edizioni.

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina