La domanda che mi facevo da mamma alle primissime armi quando pensavo di organizzare un viaggio o anche una semplicissima gita fuori porta con il mio bimbo era: "Dove..."

Quel "dove" racchiudeva in sé tutte le domande di una neomamma inesperta.

Significava chiedermi dove eventualmente avrei potuto cambiare il mio piccolo "in caso di emergenza", dove avrei potuto allattarlo oppure, visto che noi eravamo tra quelli che hanno dovuto fare un periodo ad "allattamento misto", dove scaldare l'acqua per il biberon.

Così ogni volta organizzare una semplice gita era un gioco all'incastro, cercando di tornare a casa per l'orario del pasto e improvvisando fasciatoi volanti sul sedile della macchina o sul bordo di un lavandino.

Insomma, molta fatica e troppo poco relax.

Poi ho iniziato a diventare più smaliziata, a conoscere i post che potevano essere "bimbo friendly" e anche a informarmi in rete per cercare informazioni utili.

Ho scoperto così che le iniziative e le informazioni ci sono, il problema semmai è saperle trovare.

Per questo oggi voglio condividere con voi alcune iniziative molto belle che ho scoperto, un po' per caso, in alcune città italiane del Nord-Italia.

Il motivo? Semplice si avvicina l'estate e magari queste informazioni possono essere utili a qualche mamma che ha voglia di organizzare qualche giorno di vacanza o anche una semplice gita in una città d'arte!

Iniziamo da Milano perché la business italiana city cela in realtà bellissimi tesori artistici tutti da scoprire.

Qualche esempio? Il Duomo ovviamente, ma anche la Pinacoteca di Brera, il Castello Sforzesco, la Basilica di S.Ambrogio o i Navigli.

Quindi una gita a Milano può davvero riservare grandi sorprese a chi pensa a questa metropoli solo come ad una grigia città del Nord Italia e una visita al Cenacolo o al Museo Poldi Pezzoli potranno davvero conquistare anche le più scettiche.

E in città per le mamme e i loro i piccoli sono attive iniziative molto utili come Baby Pit Stop  e Happy Popping.

Dite la verità: vi ho un po' incuriosite?

Continuiamo con le "insospettabili" e arriviamo a Torino, perché la bellezza di questa città è quella di altri tempi e una visita nell'antica capitale d'Italia permette di scoprire meraviglie come il Museo Egizio, il Duomo, la Mole Antonelliana, la Piazza del Castello, il Palazzo Madama, le Gallerie e il Lungofiume... Solo per citarne qualcuna!

Insomma, una meta davvero da non perdere tanto più che in città è attiva un'iniziativa denominata "Baby Friendly" dedicata proprio alle mamme e ai loro bimbi, che cerca di promuovere i pubblici esercizi amici dei bambini, segnalando con mappe e l'apposito logo i locali aderenti.

Inoltre Torino offre davvero tante idee per divertirsi con i propri bimbi, anche se ci sono fratellini più grandi. Un'idea su tutte? Il Museo Egizio con il suo Tempio interamente ricostruito e... il fasciatoio per i piccoli!

Ci spostiamo un po' e arriviamo a Pavia, una città universitaria adagiata sulla riva del Ticino, elegante e allo stesso tempo accogliente, con i vicoli del suo quartiere medievale, le sue eleganti piazze, le sue tante torri e i suoi monumenti.

Il suo fiume poi, con una passeggiata piena di sole, il colorato quartiere dei pescatori e il Ponte Vecchio, è davvero una scoperta!

Insomma, se state pensando a una gita da queste parti con un'immancabile tappa alla Certosa sappiate che Pavia è davvero attentissima alle mamme e ai bambini.

In città infatti è attiva un'iniziativa denominata "Pavia Lattea", in pratica una serie di esercizi commerciali (tra cui alcuni ristoranti) offrono servizi per i più piccoli e loro mamme, quali fasciatoi, scaldabiberon e postazioni per allattare.

Potete scaricare la lista e seguire il bollino!

Infine eccoci tra le montagne a Trento e io vi chiedo: avete mai pensato di scoprire questa città con i vostri bambini?

Che sia la base per una vacanza tra i monti o una gita fuori porta la città potrebbe stupirvi.

Circondata dalla montagne e dal tipico fascino alpino Trento è vivace e ricca di cultura, tra palazzi del Rinascimento italiano e architettura del periodo degli Asburgo, piazze, cattedrali e castelli.

Da queste parti poi è tanta l'attenzione ai bambini ed esiste un elenco dei locali che aderiscono all'iniziativa "Mamma qui puoi allattare", ovvero uno spazio dedicato a mamme e bambini per allattare in tranquillità potete consultarla qui.

Prima di concludere ecco qualche altro "tips" al volo, per le mamme alle primissime armi, come ero io fino a non molto tempo fa!

Se siete in "emergenza bimbo" provate a cercare i centri commerciali che normalmente sono dotati di fasciatoi e nursery o le grandi catene di fast-food che di solido hanno punti per il cambio e seggioloni.

Anche un famosissimo colosso dell'arredamento svedese è molto attrezzato in tal senso, nonché alcuni dei megastore di uno dei più conosciuti negozi dedicati ai bimbi sono attrezzati con tutto il necessario per i piccoli, compresi area giochi e macchinette del caffè per i genitori.

State visitando una città d'arte? Pianificate la pappa con cambio tattico al museo, dove spesso oltre alla caffetteria c'è anche la postazione bimbo.

Mentre per il viaggio? Beh se viaggiate in auto il principale gestore delle aree di ristoro nelle autostrade italiane fornisce una mappa con le aree di sosta attrezzate per i piccoli mentre sui nuovissimi treni ad alta velocità che collegano il Nord con il Sud Italia è presente il fasciatoio.

Infine se vi interessa avere un piccolo elenco di ristoranti e hotel bimbo friendly io sto provando a costruirlo grazie ovviamente agli utenti della rete e per consultarlo o - cosa molto gradita - dare il vostro contributo segnalando o un esercizio o una iniziativa potete dare un'occhiata qui.

Francesca di Patatofriendly

Immagini tratte da traveltips.usatoday.come Patatofriendly

Ritratto di Patato Friendly

Posted by Patato Friendly

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina